782

Controlla Prezzi e Disponibilita' online

Le cose ed eventi da non perdere a Milano

Scegli un itinerario:

  • culture
  • gastronomy
  • sports
  • parksgardens
  • nightlife
  • shopping

Come arrivare da

Route not available Please select marker first

45.45907

9.187735 14

L’hotel Zurigo si trova nel pieno centro di MIlano, a pochi passi dal Duomo, e da luoghi che, nel tempo, hanno raccontato storie di grandi protagonisti!
Casa di Alessandro Manzoni

Casa di Alessandro Manzoni

Via Morone, 1

Qui lo scrittore ha vissuto fino alla sua morte. Questa casa aveva ospitato, fra gli altri, Camillo Benso conte di Cavour, Giuseppe Garibaldi, lo stesso Verdi, che nutriva una grande venerazione per lo scrittore, per il quale compose una Messa da Requiem, che fu eseguita nella chiesa di San Marco, nel 1874, ad un anno dalla sua morte.

Il palazzo aveva all’epoca una conformazione differente, privo com’era delle aggiunte previste dell’architetto Andrea Boniappassionato scopritore delle terrecotte lombarde e che, nel 1865, ha “rimodernato” lo stabile.

Nel 1874 gli eredi misero in vendita il palazzo, ma la mozione del sindaco Belinzaghi, intenzionato ad acquistarlo anche in virtuù dell’iunteressante biblioteca di cui era dotato, non fu accolta. Gli arredi, eccezion fatta per lo studio di Manzoni, furono quindi rivenduti ai rigattieri. La Banca Commerciale Italiana acquistò il giardino. Per iniziativa della Cassa di Risparmio delle Province Lombarde fu poi istituito, nello stabile, il Centro Nazionale di Studi Manzoniani.

Distance from the Hotel

45.467774

9.192115

Palazzo Marchetti

Palazzo Marchetti

Via Morone, 4

A pochi passi dalla residenza del Manzoni si trova la casa che ospitò Massimo d’Azeglio, il letterato, pittore e politico che aveva sposato una delle figlie dello scrittore.

Distance from the Hotel

45.46783

9.192187

Casa Ricordi

Casa Ricordi

Ieri: via degli Omeoni, poi via Borgonuovo

Oggi: via Benigno Crespi, 19

L’editore Ricordi abitava in via Omeoni al 1720, uno dei primi ad apparire sulla scenna dell’editoria musiicale milanese. Sarà l’editore delle opere di Verdi, di cui costudirà parte dell’archivio personale.

Distance from the Hotel

45.500561

9.184862

Palazzo Marino

Palazzo Marino

Piazza della Scala

Sede del Municipio Cittadino, fu costruita nel 1557 per Tommaso Marino, che ci visse con la sua famiglia ela bella moglie Ara Cornato, imparentata con la Regina di Cipro, che Marino aveva fatto rapire per farla diventare sua moglie. All’epoca l’ingresso padronale affacciava su piazza San Fele. Dal 1781 è patrimonio dello Stato. A questo periodo risale la facciata di via Case Rotte. Nel 1848 fu sede del Governo Provvisorio.

Distance from the Hotel

45.4668

9.190444

Piazza San Fedele

Piazza San Fedele

È uno dei luoghi più importanti della Milano ottocentesca. Vi si affacciano il Palazzo della Questura, l’albergo Bella Venezia ed il Palazzo Marino. Nel 1814, a seguito della rivolta popolare che ha portato all’assassinio del ministro delle finanze del Regno d’Italia, Giuseppe Prina, fu demolito il palazzo Sannazzari, che pure sulla piazza si affacciava, e questa fu allargata fino a via del Marino. Qui si trovava il Palazzo Imbonati, poi sede del Teatro della Commedia, in seguito Teatro Manzoni.

Distance from the Hotel

45.466478

9.191058

Palazzo Imbonati

Palazzo Imbonati

Ieri: via del Marino

Qui furo1no celebrate le nozze fra Alessandro Manzoni ed Enrichetta Blondel. L’antico palazzo nobiliare era infatti stato acquistato dal padre della sposa, Enrico. In queste stanze alloggiò, tempo dopo, anche Massimo d’Azeglio, che a sua volta aveva spostato una delle figlie del Manzoni.

Oggi il palazzo non esiste più, essendo stato demolito per far posto al teatro Manzoni, pur avendo anche ospitato la sede della City of Milan Improvements Company LImited, la società incaricata della costruzione di Galleria Vittorio Emanuele, e della contestuale ristrutturazione di Piazza del Duomo.

Distance from the Hotel

45.471431

9.194355

Galleria Vittorio Emanuele

Galleria Vittorio Emanuele

Piazza del Duomo

Nel 1865 furono avviati i lavori per la costruzione della celebre galleria, firmata dall’architetto Giuseppe Mengoni, che qui perse la vita cadendo da una impalcatura. L’ironia della sorte ha voluto che i lavori fossero terminati in quellos tesso anno, il 1877.

Fu Davide Campari il primo a prendere “posto” nel “salotto buono” di Milano. Qui lanciò il gustoso “bitter all’uso d’Olanda”, nonostante le vetrine fossero costantemente infrante dalle numerose risse… ben 87 volte!

Varie le vicissitudini di locali e caffè che avevano “aperto” in galleria. Ancora esistente il Savini caffè e ristorante, ai cui tavoli era possibile vedere Mascagni, Arrigo Poito, Puccini, Giacosa.

La Galleria ospitò anche la prima sede le Corsera. Nella Galleria è tutt’ora presente, raffigurato sul pavimento, un toro a cui è legato un rito scaramantico: chi gira sui tacchi per tre volte in senso orario avrà fortuna negli affari… ma non tutti sanno che il “rito” può essere fatto solo una volta all’anno, e nel giorno di capodanno!

Distance from the Hotel

45.464693

9.190001

Caffè Biffi

Caffè Biffi

Galleria Vittorio Emanuele

Fondato da Paolo Biffi, dopo la sua esperienza parigina, il locale è tutt’ora esistente, e propone ancora la specialità del panettone!

Distance from the Hotel

45.464693

9.190001

Teatro Manzoni

Teatro Manzoni

Via Manzoni, 42 ex piazza San Fele

Nel 1850 a Milano nasce la Società Anonima del Teatro Sociale, con lo scopo di riportare in auge il teatro di prosa. Il Teatro della Commedia, in piazza San Fele, ha una capienza di 1000 spettatori, ed è la sede di questa Società. Il nome sarà cambiato in Teatro Manzoni alla morte del grande scrittore, nel 1873. e’ qui che Verdi assistette alla messa in scena di Pamela Nubile, di Goldoni, interpretato da Eleonora Duse. Il teatro fu chiuso nell’agosto del 1943, a causa dei danni subiti per i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Fu riaperto nel 1950, nella nuova sede di via Manzoni 42.

Distance from the Hotel

45.471432

9.19436

Palazzo Poldi Pezzoli

Palazzo Poldi Pezzoli

Via Manzoni 12-14

Oggi è diventata un importante museo, e lo è dal 1881, quella che inizialmente era la casa del nobile Poldi Pezzoni, collezionista d’arte. Curioso l’aneddoto legato alla sua morte, che pare sia avvenuta accidentalmente, essendosi il nobiluomo rinchiuso in una cassa della sua collezione, nella quale era entrato per verificarne i tesori della sua collezione. Secondo il gusto dell’epoca, siamo nella prima metà dell’800, il museo presenta una raccolta di sculture, pitture, cineseria e oggettistica proveniente da viaggi.

Distance from the Hotel

45.468274

9.191401

Grand Hotel et De Milan

Grand Hotel et De Milan

Via Manzoni, 29

“Appositamente costruito secondo i bisogni e i comodi richiesti dal progresso dell’epoca, recita la reclame dell’epoca. Inaugurato nel 1863, è stato progettato da Andrea Piazzala. Quando l’hotel cominciò a mettere a disposizione dei clienti un servizio di posta e telegrafo, questo attirò un pubblico di nobii, persone d’affari e diplomatici. In questo hotel è ancora funzionante il primo ascensore idraulico Stiegler! Fu residenza di Verdi, all’appartamento 105, dal 1872.

E’ possibile visitare la stanza che, con i mobili, il pianoforte, il tavolo da studio ed un piccolo divano è stata preservata come era uso viverla il Maestro.

Distance from the Hotel

45.470129

9.192807

Palazzo Olivazzi

Palazzo Olivazzi

Via Bigli 21

Residenza della Contessa Clara Maffei, a seguito della separazione dal marito. Il “salotto” della contessa era frequentato dai grandi nomi della musica e della cultura internazionali. Da Franz LIszt, ad Alessandro Manzoni, allo stesso Verdi, suo grande amico. Al piano di sotto a quello della Maffei abita Ambrogio Nava, architetto che ha restaurato la guglia maggiore del Duomo, su cui è posta la Madonnina. Sempre in questo “stabile”, dal 1894 per sei anni, abiterà Albert Einstein, emigrato quindicenne a Milano assieme al padre, che gestisce un negozio di motori accanto alla centrare elettrica di Santa Radegonda.

Distance from the Hotel

45.469674

9.192598

Teatro Alla Scala

Teatro Alla Scala

E’ il 1778 quando, su quello che fu il Teatro Ducale, e dopo la demolizione della chiesa di Santa Maria della Scala, nasce il tempo della musica milanese. Stendhal usava il suo palco come “luogo di lavoro”, dove scrivere e rileggere.

Questo è il luogo in cui avviene la consacrazione assoluta di Verdi.

Distance from the Hotel

45.452484

9.154775